sabato 10 settembre 2016

Fumare riduce l'appetito, lo dicono gli studi della ERS

Oggi è terminata la mia terza settimana.
Non ho ottenuto il risultato che mi ero prefissata perché non sono riuscita a rispettare la Formula Dimagrante.
Potrei dirvi che è stata colpa degli amici che mi hanno costretto con la forza a mangiare di più nelle nostre cene di fine estate, potrei giustificarmi dicendo che è tornato il mio fratellino dopo mesi e quindi come si fa a non andare a cena fuori, o forse è solo colpa della sagra del paese che culmina proprio in questa settimana..... insomma come vedete ho tanti buoni argomenti per dire che non è colpa  miaaaaa........ Così facciamo tutti....troviamo scuse e pensiamo " ecco lo sapevo, neanche questo metodo funziona!"

Ma la verità la conosciamo benissimo e ci nascondiamo dietro a un dito. Ho semplicemente mangiato un po' di più. Non ho fatto grossi danni perché mi sono comunque controllata, ma sono ferma ai risultati della scorsa settimana.

La mia Formula è matematica: se la applichi funziona, se non la applichi non funziona. Molto semplice.

Ma questo non significa avere fallito per sempre.... ecco cosa scatta spesso nella mente della gente: "Non sono riuscita a farlo, quindi non ci riuscirò mai. Tanto vale non investire altre energie in questa cosa".

Questo è quello che sta accadendo sempre di più in questa società del "tutto e subito". Vogliamo ottenere i risultati immediatamente, non siamo disposti ad attendere, ad impegnarci a lungo, ci stanchiamo in fretta.

Guardate i bambini. Io ho lavorato per anni con i bambini. Facevo con loro diverse cose, tra cui i laboratori creativi per sviluppare la manualità. Negli ultimi anni vedevo che i bambini  non solo avevano meno capacità manuali (come ritagliare con le forbici o ricalcare un disegno), ma se qualcosa non gli veniva bene subito, manifestavano reazioni di nervosismo che spesso li paralizzavano di fronte alla possibilità di fare altri tentativi per riuscire.

"Ci ho provato una volta, non ci sono riuscito = non fa per me, non mi piace, non ci riuscirò mai, non sono capace, non valgo niente, mi vergogno, ho fallito, non lo voglio rifare"

Ma che atteggiamento è? Quando hanno cominciato ad insegnarci che se non riusciamo in qualcosa siamo dei falliti? La vita è sempre un continuo esperimento, è la meraviglia della scoperta, è la curiosità di conoscere, è provare e riprovare, è evoluzione, accrescimento, imparare, superare i propri limiti, mettersi in gioco.....

Chi sgriderebbe un bambino di un anno se al suo primo tentativo di camminare non ci riuscisse e cadesse per terra? E secondo voi nella natura umana esiste il sentimento di frustrazione per il fallimento? Quel bambino che cade secondo voi si sente un fallito e nella sua testa si ripete "Ci ho provato una volta, non ci sono riuscito = non fa per me, non mi piace, non ci riuscirò mai, non sono capace, non valgo niente, mi vergogno, ho fallito, non lo voglio rifare"?

Assolutamente no. L'istinto che ha dentro, quello che tutti noi abbiamo dentro, porterà quel bambino a provare e riprovare fino a quando ci riuscirà. Non si è mai sentito di un bambino che non abbia alla fine imparato a camminare perché ha deciso che non se la sentiva più di provarci. Una volta qualcuno mi disse che uno studio aveva contato fino a 2000 tentativi, 2 MILA cedimenti sulle gambe, perdite di equilibrio, distrazioni che portano il bambino a ritrovarsi col sedere per terra per 2 MILA volte.
Quindi voglio farvi riflettere su una cosa. Se un bambino di un anno ha la determinazione di rialzarsi per 2000 volte pur di riuscire a camminare perché non potete che voi impegnarvi fino a riuscirci davvero? Vi ricordo che un tempo siete stati quel bambino. Io cerco di ricordarlo sempre.

Questa volta non ci sono riuscita? fa niente, ci riprovo e ci riprovo e ci riproverò fino a quando ce la farò. Non mi vergogno.

Vi ho detto che avrei perso 3 kg in 3 settimane. Non ci sono riuscita! Ne ho persi solo 2,3 Kg. Forse qualcuno avrà un pensiero negativo su questa cosa o su di me. Mentre altri mi diranno che può bastare anche così. Non mi importa quello che dice la gente. Io lo devo fare per me stessa. Ho un obiettivo e lo raggiungerò. A volte cadrò, ma mi rialzerò. Certo non resterò in terra a trascinarmi sui gomiti.

Forse però, tra il matrimonio di mia cugina oggi e la sagra della braciola domani, per questi due giorni mi concederò una tregua, perché la verità è che impegnarsi è molto faticoso.

Inoltre la mia sfida ha una difficoltà in più. Leggevo stamattina che è stato comprovato il legame tra il fumo e l'ormone della fame. Ormai è diventata una certezza scientifica: smettere di fumare fa aumentare l'appetito. Oggi sono 21 giorni che non fumo sigarette e se avessi smesso di fumare senza avere abbinato un programma dimagrate, forse ora sarei già aumentata un po' di peso. Quindi è già un grande traguardo che oltre a non essere aumentata sono anche dimagrita.

Fonte: ANSA


Quindi vedete.... basta trovare il punto di vista da cui guardare per vedere tutto in positivo. Non ho perso i 3 kg che mi ero prefissata, ma avrei potuto aumentare di peso e invece sono dimagrita 2,3 kg. Nessuna cosa è del tutto positiva o negativa. Ogni cosa ha sempre due facce, come una medaglia, e non si può fissare lo sguardo su entrambe i lati contemporaneamente. O si guarda una faccia, o l'altra. A questo punto tanto vale fissarsi su quella più bella.

Buon week-end






mercoledì 31 agosto 2016

E' questione di approccio mentale!

Undicesimo giorno di formula dimagrante. Come vi ho scritto anche negli altri post, dopo i primi giorni in cui il dimagrimento è rapido, segue un periodo in cui sembra che il dimagrimento si arresti.
La bilancia oscilla sempre sugli stessi numeri e questo può portare sconforto e il più delle volte diventa il motivo per cui si abbandona la missione.

Non bisogna scoraggiarsi invece. Il corpo fa questo perché si mette in modalità risparmio energetico. Vedendo che viene introdotta meno energia (in termini di kcal) cerca di trattenere anche il superfluo per correre ai ripari in caso di carestia. Solo quando capirà che questo è il nuovo apporto calorico allora tutto si rimetterà in moto nel giusto modo. Quindi questa, anche se è la più difficile, è la fase più importante perché stiamo educando il corpo al nuovo stile di alimentazione.

Anche io vivo i miei attimi di sconforto e vorrei vedere i risultati più rapidamente. Vorrei ricevere, come voi, un premio più grande per il mio sforzo e proprio ieri mi dicevo che è dura resistere ma ce la devo fare.

Fino a quando è successa una cosa: ho avuto un nuovo approccio mentale che mi ha fatto vedere le cose in modo diverso.

Avete presente la sensazione che si prova quando si sta per arrivare alla fine di uno sforzo? Gli ultimi metri di una lunga corsa, gli ultimi giorni di lavoro prima delle ferie, gli ultimi giorni di una gravidanza, ecc

Quando sappiamo che la nostra fatica sta per terminare, sembra che le forze comincino ad abbandonarci. L'attesa della fine diventa insopportabile, si ha quasi la sensazione di non riuscire ad arrivarci, se si potesse, forse, cederemmo prima. Eppure siamo arrivati fino lì, abbiamo resistito tutto quel tempo, ma gli ultimi istanti sembrano interminabili.

Quando invece siamo nel bel mezzo di uno sforzo e sappiamo che manca ancora molto per terminare, in qualche modo troviamo le forze per tenere duro, per continuare, scopriamo magari di avere in fondo grandi risorse che ci aiutano e la fatica non è poi così pesante.

Come mai? E' una questione di approccio mentale! Cambia solo il nostro modo di vedere le cose e il corpo si comporta di conseguenza. La mente è uno strumento potentissimo. Dovremmo tutti imparare ad usarla a nostro vantaggio.

Come possiamo utilizzare la mente per aiutarci nel nostro percorso dimagrante? Producendo pensieri che costruiscono una visione della realtà più incoraggiante.

Ecco quale è stato il pensiero che mi ha fatto fare quello scatto che ha cambiato il mio approccio allo sforzo che sto facendo.

Sono passata da: Dai devo resistere ancora 10 giorni, ce la posso fare!

A: questo è il mio nuovo stile di vita, per sempre!

Capite come cambiano le cose?

La prima frase porta con sé l'ansia della verifica quotidiana dei risultati, la paura di non raggiungere l'obiettivo, la sensazione di stanchezza, l'insicurezza del futuro, ecc

La seconda frase mette tutto sotto una luce nuova. Cosa serve pesarsi? tanto questo è il mio stile di vita adesso. Piano piano raggiungerò il mio peso forma. Se mangerò così per sempre, non ho una scadenza. Ci arriverò quando ci arriverò. So che sono sulla strada giusta, non devo verificarlo costantemente. Se questa è la mia vita adesso e per sempre, non ingrasserò mai più... e starò sempre meglio

Non trovate che il secondo approccio al percorso dimagrante sia molto più incoraggiante? La realtà che si prospetta con il secondo tipo di pensiero non è forse migliore e pare più semplice da realizzare?

Io credo di si. Sono anni che studio gli effetti del pensiero sulla costruzione della propria realtà e vi posso dire che abbiamo poteri davvero incredibili, ma non sono discorsi facili da affrontare. E non sono neanche pratiche semplici da mettere in atto, ma è davvero possibile farlo. Basterebbe avere una visione quantica del mondo (discorsi complicati che però, un po' alla volta, mi piacerebbe farvi, per fare scoprire, a chi di voi ha la mente abbastanza elastica da poterlo accettare, che quello che credete sia la realtà in fondo non lo è, proprio per niente)

Questo è solo un piccolo esercizio. Chiunque ci può provare. Se state facendo un percorso di dimagrimento proprio in questo periodo, provate! e fatemi sapere se qualcosa è cambiato.


Ma veniamo ai risultati, che so che vi interessano. Anche se col peso sono ferma su -1,7 Kg i centimetri si sono ridotti, (- 2 cm) la pancia si è sgonfiata e per il momento sono soddisfatta. So che non è un bel-vedere ciò che vi sto per mostrare, ma si dice "se non vedo non credo" quindi ecco due foto che possono darvi un'idea della mia pancetta al rientro dalle ferie e in questi giorni.

10 giorni di La Formula Dimagrante


Beh direi che la foto rende..... Anche se ho deciso che questo è il mio nuovo stile di vita (mangiare meno, fare più attività, non fumare) ho pur sempre un piccolo obiettivo da raggiungere.

Molti mi scrivono: Ma perché vuoi dimagrire che sei già magra? Care ragazze vi ricordo che io faccio un lavoro dove anche l'immagine vuole la sua parte e tra poco ricomincerò televisione, fiere ed eventi. Ma soprattutto la TV. Purtroppo, come molte di voi mi hanno detto, la tv ingrassa. E' vero.... ma il motivo principale è che mi ha chiamato la costumista dicendomi che hanno già pronti i miei primi abiti di scena. Quest'anno si cambia un po' il look e quando le ho detto che ero un po' ingrassata, dal telefono ho sentito gridare : Tonioni nooooooo... Ho già i vestiti pronti con la taglia dell'anno scorso. Non puoi!

Quindi vedete....non ho scelta!!!


RIFERIMENTI: libro La Formula Dimagrante









martedì 30 agosto 2016

Ricomincia Detto Fatto!

Tra poco ricomincerà Detto Fatto e anche quest'anno farò parte della squadra dei Tutor di Caterina Balivo.

Sono già al lavoro ormai da 10 giorni e quasi mi sembra di non aver neanche fatto le ferie.
Questo periodo dell'anno è sempre il più frenetico. Ci sono le fiera da preparare, gli eventi da organizzare, Zakkalicious da stampare, i tutorial da realizzare e poi c'è il sito da aggiornare, il blog da scrivere, i post da fare...insomma...lavoro ce n'è. Per non parlare delle nuove idee che mi sono venute in mente durante le ferie che vorrei cercare di realizzare....

Sto portando avanti tutte queste cose in parallelo. Una cosa che sono riuscita a fare è aggiornare la pagina dei tutorial di Detto Fatto.
Finalmente sul mio sito potrete vedere in un'unica pagina tutti i tutorial che ho girato in questi anni. Sono davvero tanti. Se cliccate sull'immagine potete andare direttamente alla pagina del sito dove potrete vedere i video tutorial di ogni progetto.



Non mi resta che augurarvi buona visione e ma soprattutto buon divertimento con il cucito creativo!


sabato 27 agosto 2016

La mia prima settimana dimagrante

La prima settimana del mio programma rimise e forme è appena terminata.  Il mio obiettivo era di perdere 1 kg a settimana quindi la bilancia stamattina doveva pesare - 1 kg quindi mi ritengo molto soddisfatta del risultato perché invece sono già  a - 1,7 kg.
Purtroppo questa era la settimana più  facile; quella più dura sarà la terza.
Quello che mi ha aiutato ad aumentare velocemente il dimagrimento è sicuramente stata l'attività fisica.





Nel mio programma "La Formula Dimagrante"  spiego che l'attività aerobica non è obbligatoria per dimagrire.  Il mio libro infatti si rivolge principalmente ai pigri,  che amano poco muoversi.  Nel libro ho voluto dare strumenti e consigli per perdere peso poco alla volta senza alcuno sforzo,  ma certo è che se abbinate attività aerobica al programma otterrete i risultati in modo molto più rapido.
Infatti i dati che ho raccolto questa settimana lo testimoniano.  Vediamoli

Giorno 0 Sabato - Formula + Camminata
Giorno 1 Domenica - (-600 gr) Formula + Camminata
Giorno 2 Lunedì -  (-900 gr) Formula + Camminata
Giorno 3 Martedì -  (-2000 gr)  Formula
Giorno 4 Mercoledì -  (-1700 gr) Formula
Giorno 5 Giovedì -  (-1400 gr) Formula + Camminata
Giorno 6 Venerdì -  (-2000 gr) Formula
Giorno 7 Sabato -  (-1700 gr)

Come potete vedere il giorno successivo all'attività fisica c'è sempre stato un dimagrimento,  mentre nei giorni dove ho saltato,  il peso tornava ad aumentare.
Ricordatevi che a volte la perdita di peso può riferirsi anche alla perdita di liquidi e l'aumento di peso non è sempre riferito alla massa grassa.  Facendo attività fisica aumentano i muscoli che pesano di più del grasso corporeo.

Purtroppo parlando di numeri così piccoli (pochi chili) non è  facile fare delle stime precise.  Ci sono troppe variabili che posso far oscillare la bilancia.  Bisogna aspettare la fine delle 3 settimane per avvertire se veramente c'è stato il miglioramento sperato.

Credo che tutti abbiamo nell'armadio quel paio di jeans che fungono da test.
Alla fine non conta quello che dice la bilancia.  Se riusciamo ad infilarci quei jeans,  allacciarli e camminare senza sembrare ingessate ,  l'obiettivo sarà stato raggiunto.

Guardatevi questo video che mi fa morire dal ridere e ditemi se non vi ci riconoscete un pochino. Alla fine siamo tutte uguali! Ahahah...



In questo momento sto andando a Cervia per un bellissimo evento di cucito sulla spiaggia che ho organizzato con il rivenditore Necchi della zona (Vincenzo Righi).

Cercherò di fare la brava a pranzo e di non sgarrare anche se quando si mangia il pesce al mare un po' si esagera sempre...

Però potrei anche concedermi una giornata per premiare i miei sforzi della settimana.  Voi che dite?  Solo che poi lo so già che queste cose si pagano amaramente.... Sigh

Se volete seguire la mia giornata e il nostro AperiCuci followatemi su Snapchat !
Besos

mercoledì 24 agosto 2016

Per intraprendere un cambiamento importante ci vuole prima di tutto serenità

Di solito scrivo di queste cose quotidiane su Facebook, ma certi discorsi si fanno lunghi, quindi ho pensato che il Blog fosse il posto più adatto dove esprimere i miei pensieri.

Per fare un po' di preambolo vi spiego il perché di questo titolo.

Venerdì scorso sono tornata dalle ferie con 3 kg in più.
Presto ricomineranno le riprese di Detto Fatto e ho deciso di impegnarmi per perdere 3 kg in 3 settimane.
Per farlo sto utilizzando il mio metodo che si trova nel mio libro che molti conoscono dal titolo "La Formula Dimagrante" . Ho già spiegato su Facebook in alcuni post molto animati di qualche giorno fa tutto ciò che riguarda questo discorso.
Vi indico i post in questione in caso vogliate leggerli....così sapete tutta la telenovela (per capire cosa è successo dovete leggere i commenti ai post).




Detto questo, e visto l'interessamento manifestato, continuo con i miei aggiornamenti.

Innanzi tutto  vorrei davvero ringraziare ogni persona che ieri ha dedicato un po' del suo tempo per scrivermi.  L'affetto che mi dimostrate ogni volta mi commuove e sentire il sostegno di ognuna di voi mi ha davvero riempito il cuore.

Ma veniamo a noi e al mio cammino verso una nuova forma fisica. Visto che lo avete richiesto a gran voce adesso vi tocca leggere tutto 
Oggi è il quinto giorno e, come avevo predetto, il dimagrimento si è arrestato.  Oggi la bilancia pesava + 300 gr rispetto a ieri.  Ma come vi dicevo è  assolutamente normale.  Anzi è stato un po' atipico perdere subito così tanto.  Come spiego anche nel mio libro,  un sano dimagrimento si attesta sul kg a settimana,  a volte anche meno.  Diciamo che senza fare fatica è  giusto perdere 3 kg al mese (dovete perdere 9 kg? Impegnativi per 3 mesi). Cercate sempre di dimagrire lentamente.  In questo modo i risultati durano di più e il corpo non subisce stress.
Secondo me domattina sarò cresciuta ancora.

Purtroppo per via di una grossa vescica in un dito del piede non sono riuscita ad uscire con le Camminatrici per due sere e questo un pochino incide.
Il mio obiettivo era comunque un kg a settimana,  3 kg in 3 settimane,  quindi non mi scoraggio.

Foto presa dal web


Col fumo va bene,  nel senso che ancora non ho toccato una sigaretta.  Porto con me quella elettronica che uso solo in casi crisi,  quindi direi che me la sto gestendo abbastanza bene.  Per quelli che vorrebbero smettere cosa posso dire..... Io non ci sarei riuscita una settimana fa.... Deve arrivare il momento.  Io almeno sono fatta così,  non mi prendo in giro,  sono molto onesta con me stessa,  so quando non ce la posso fare e quando invece ho il giusto equilibrio interiore per farlo.
Perché credo che una cosa importante sia iniziare questi cambiamenti quando si ha della serenità dentro.

Solo così si trova la forza,  altrimenti diventa solo una faticosissima privazione.

Quando invece si è sereni si ha il tempo di focalizzare l'attenzione su se stessi e le priorità cambiano.

È  vero.... C'è il lavoro,  la famiglia,  i bambini,  la casa da pulire,  i problemi economici,  quelli di salute,  le preoccupazioni,  i colleghi antipatici,  il capo despota,  il marito pantofolaio,  la guerra,  le brutte notizie,  i disastri ambientali,  gente che soffre,  il senso di impotenza,  il tempo che vola,  la stanchezza cronica,  il sonno disturbato,  la sveglia la mattina,  poi adesso arriva il freddo e ricomincia la scuola e ci sono mille cose da fare e chissà se c'è la faremooooooo .... Bastaaaaaaaa !

Arriva un punto che bisogna dire STOP . .... Un attimo gente.... Fermiamoci a riflettere.... Se morissimo adesso,  in questo istante.... Pensate che il mondo si fermerebbe ? Siamo proprio sicuri di essere davvero così importanti che se non ci pensiamo noi a fare proprio tutto tutto tutto il mondo va in tilt?

Secondo me se qualche volta rimandate a domani non succede proprio niente... Secondo me se vi prendete del tempo per voi alla fine non se ne accorge nessuno...... Secondo me se quando il capo strilla invece di farvi venire il mal di pancia pensate : poverino chissà com'è stressato.... Riuscite a lavorare bene lo stesso,  anzi forse meglio.
Se voi siete più sereni,  anche le persone intorno a voi beneficeranno della vostra serenità.  Cosa ci arrabbiamo a fare? È  davvero così importante quella cosa che vi ha fatto arrabbiare? 

Quando credo di avere un grosso problema sapete cosa faccio?  Ricordo a me stessa che sono uno sputo su un pianeta che è una briciola nell'universo e tra 100 anni io e tutti quelli che conosco saranno morti.  Anche chi mi ha fatto arrabbiare (così impara ).

E allora tutto si ridimensiona e i nostri problemi non sono poi così importanti, non vi pare?

Vi sentirete come se aveste cercato di mantenervi a galla in un mare in burrasca che rischiava di farvi affogare e poi all'improvviso il mare si calma e voi potete restare leggeri sull'acqua a farvi cullare. Il mare è una metafora e rappresenta la vostra energia, quella che da dentro costruisce la vostra realtà fuori. Lo sapevate che la vostra energia interiore non si ferma ai confini della vostra pelle, ma esce anche dal vostro corpo e chi vi sta vicino la può avvertire? Se continuate a tenere il mare in burrasca sarete sempre stanchi, impauriti, arrabbiati, vi sentirete soli, impotenti e dispersi. Cercate di calmare l'acqua e allora vedrete come è facile galleggiare senza sforzo e quanto bella e rigenerante è la vita.

Vacanza in Sardegna - Stintino


Ecco quando riuscite a trovare questa condizione, allora potete iniziare una dieta, smettere di fumare, iscrivervi in palestra, aprirvi all'amore, cambiare lavoro, ecc ecc

Fate questi cambiamenti importanti quando siete centrati! O sarà facile fallire in mezzo a quel mare agitato.....

E' mezzanotte ....  Ho fameeeee.... e cosa si deve fare quando si ha fame?..... bisogna mangiare.....sempre. Mai ignorare i segnali del corpo.

Buonanotte gente...vado in dispensa....